Ex Orfanotrofio della Marcigliana Urban Exploration Ep.3

Entrando nel parco della Marcigliana si notano subito due cose: La vegetazione incontrollata e l’ immondizia diffusa.

L’ex orfanotrofio giace in questo luogo, quasi nascosto, come una rara perla immersa nella sporcizia.

Parcheggiamo circa cento metri prima del punto indicatoci dal gps, vicino ad una sbarra arrugginita che dovrebbe servire a limitare l’accesso alle auto. Continuiamo a piedi per un sentiero putrescente, sporco e maleodorante, fino a scorgere la grande costruzione gialla e grigia che comanda sulle campagne adiacenti.

Arrivati sul posto, da una piccola casa attaccata alla costruzione escono due uomini e si mettono a parlare vicino ad un’auto. 

Tutte le finestre del piano terra sono sbarrate, ed un uomo corpulento ci attende come un casellante. Parliamo con lui riguardo alla possibilità di entrare e pagato un obolo di dieci euro, ci apre il passaggio per arrivare sul retro della costruzione ed entrare.

La prima cosa che mi colpisce della costruzione è la grande quantità di vegetazione che prolifera al suo esterno ed interno. Guardando bene la facciata laterale dell’edificio scorgo una delle finestre quasi completamente sbarrata dalla lamiera ed il resto della costruzione senza imposte o vetri (le condizioni sono veramente pessime, rimane praticamente solo la struttura).

Entriamo e saliamo una scala per arrivare al primo piano. Notiamo subito uno dei motivi per il quale la struttura è così decadente: munizioni da softair sparse ovunque, buchi nei muri e degrado sparso.

Nel percorrere i corridoi del primo piano, non notiamo molte cose interessanti e quindi esplorato l’intero livello, decidiamo di salire.

Il secondo livello è tutta un’altra storia: Qui il satanismo si fa sentire (siamo andati la mattina dopo halloween ed il posto è famoso per ospitare frequenti messe nere). Degli individui avevano lasciato una sorpresa: braci ardenti gettate in un buco nel pavimento che finiva nel seminterrato (teniamo a precisare che abbiamo fatto tutte le strade possibili per arrivare alle braci scendendo nel sotterraneo, ma l’intera zona attorno al buco era stata precedentemente murata su ogni lato). Probabilmente le ceneri appartenevano ad un felino sacrificato la sera prima ed ancora calde considerando che l’aria che saliva dal buco dava fastidio agli occhi.

La stanza è proprio quella che avevamo visto dall’esterno con la finestra chiusa dalla lamiera. Al suo interno abbiamo trovato vari simboli fallici e satanici ed una sedia consumata, sulla quale si erano seduti la sera prima.

Oltre a quella stanza, troviamo murales con raffigurazioni mostruose in tutto l’edificio, quasi un elogio ad una religione occulta e proibita.

Dal terrazzo riusciamo a vedere bene l’intera zona circostante, che purtroppo non è il massimo della bellezza, in quanto l’intero parco è lasciato a se stesso.

La parte più interessante in assoluto è stato il piano interrato. Nella penombra siamo riusciti a scorgere tanti dettagli e tanti oggetti ammassati nelle numerose stanze. Una di esse era stata adibita a dormitorio con materassi sporchi, cartoni della pizza vuoti, armadietti. Nella stessa stanza abbiamo trovato un copione (probabilmente cinematografico) scritto in arabo. La stanza più suggestiva è stata senza dubbio quella che ho ribattezzato “L’altare”, nella quale le finestre erano oscurate ed un mucchio di mattoni creavano una sorta di macabro altare religioso con murales raffiguranti falli stilizzati e croci. Nello stesso piano abbiamo trovato una stanza molto grande, piena di oggetti fino al soffitto e quindi inaccessibile ed un bagno poco illuminato da una finestra piena di rovi.

Quella all’ex orfanotrofio è stata un’esperienza molto interessante che da una parte inquieta per i misteri di religioni occulte, dall’altra affascina, facendoti sempre andare alla ricerca di qualche lascito che ti faccia capire la storia di un luogo così affascinante.

Guarda le foto:

Seguiteci ancora per altre interessanti esplorazioni!

Gabriele, Blogger e fotoreporter.

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici e aiutaci a crescere!

One thought on “Ex Orfanotrofio della Marcigliana Urban Exploration Ep.3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *